/ Informatica, News

Microsoft Windows 10 1803

Ci risiamo! Microsoft colpisce ancora! A pochi giorni dal rilascio dell’upgrade di Microsoft Windows 10 1803, si verificano le problematiche legate a questo aggiornamento. A parte le funzioni aggiuntive introdotte con questo upgrade, ovviamente esistono una serie di difficoltà tecniche a cui l’utente finale deve trovare soluzione in maniera autonoma. In particolare si ravvedono difficoltà di utilizzo delle stampanti multifunzione Samsung, nello specifico nell’utilizzo dello scanner.

Windows 10 1803Samsung

A seguito dell’aggiornamento, infatti, il software Easy Document Creator di Samsung smette di comunicare con la multifunzione. Tuttavia la stampante stampa correttamente e comunica lo stato dei consumabili. L’app nativa di Windows “Fax e Scanner” riesce ad utilizzare lo scanner senza problemi e questo lascia intendere che non ci sia alcun problema di comunicazione tra i dispositivi. Ma allora perché non funziona lo scanner se si utilizza il suo software proprietario? Sembra che l’aggiornamento rilasciato inibisca la comunicazione USB tra software e dispositivo. Specifico USB perché non ho avuto modo di verificare se anche negli scanner di rete si verifica la stessa problematica.

Come risolvo?

La domanda vera e propria è: come risolvere? Sicuramente non serve disinstallare e installare nuovamente tutto quanto. Neanche aggiornare il software di Samsung sembra servire a qualcosa. Oltretutto, da quando HP ha in gestione il supporto delle stampanti di Samsung, non si trovano neanche software aggiornati. Sul supporto di HP esiste la versione 1.06.46 di Easy Document Creator mentre l’ultima versione rilasciata da Samsung era la 1.06.60. Personalmente ho trovato una soluzione differente con un software di scansione gratuito.
Il software in questione si chiama NAPS2 e non è altro che un’interfaccia di scansione semplificata. Visto che il driver della stampante non genera alcun tipo di conflitto, ma la problematica si riduce alla sola comunicazione, ecco l’alternativa finale.

Con NAPS2 si crea un profilo (o due se si ha anche l’alimentatore automatico ADF) selezionando le caratteristiche della scansione. Una volta determinati i profili, lo scanner tornerà a funzionare tranquillamente e senza problemi. Ovviamente si tratta di una soluzione poco ortodossa e temporanea (almeno si spera).

Share this Post